Women and TORCH Infections

Women and TORCH Infections
 
Contattaci

In linea generale, l'anamnesi della paziente e i fattori di rischio suggeriscono l'esecuzione di test di laboratorio prenatali e perinatali mirati all'individuazione delle malattie infettive del gruppo TORCH. I test sono eseguiti nel primo trimestre di gravidanza e in base alla storia clinica i neonati possono essere sottoposti a test per individuare uno specifico agente patogeno del complesso TORCH.1,2 Per la maggior parte degli agenti infettivi che costituiscono il complesso TORCH, il test di screening iniziale si basa sul dosaggio dei relativi anticorpi specifici.

  • Lo screening per infezioni comuni tramite test del complesso TORCH può aiutare a prevenire molti dei potenziali difetti alla nascita in quanto alcune delle infezioni TORCH possono essere trattate efficacemente se nella paziente è stata effettuata una diagnosi precoce durante la gravidanza.3
     
  • I test di laboratorio del complesso TORCH permettono di identificare feti e neonati che presentanno un rischio significativo. I dosaggi sierologici TORCH sono in grado di identificare l'infezione e quindi consentire l'instaurazione di cure adeguate, riducendo significativamente il rischio di difetti alla nascita e di morte fetale.
     
  • Prevenzione: se nella donna in gravidanza è stata effettuata una diagnosi precoce, alcune infezioni a trasmissione verticale, come la toxoplasmosi e la sifilide, possono essere trattate efficacemente con gli antibiotici. Rosolia e Varicella-zoster sono prevenibili eseguendo la vaccinazione prima di intraprendere la gravidanza. Se la madre ha un'infezione in fase attiva da Herpes simplex, il parto cesareo è in grado di prevenire il contatto del neonato con il virus e quindi di proteggerlo dall'infezione. La prevenzione dell'infezione da CMV consiste nell'evitare di entrare in contatto con l'urina o la saliva di un bambino infetto e nel lavarsi spesso le mani prima di accudire e nutrire il bambino.4,5

Share this page:

Resources:
1. Mendelson E, et al. Reprod Toxicol. 2006;2:350-82.
2. American College of Obstetricians and Gynecologists. Perinatal viral and parasitic infections. ACOG Practice Bulletin 20. 20th ed. Washington, DC; 2000.
3. Advancing MDGs 4, 5 and 6: impact of congenital syphilis elimination; WHO/RHR/HRP/10.01  
4. Website [Internet]. Available from: http://en.wikipedia.org/wiki/Vertically_transmitted_infection
5. Website [Internet]. Available from: http://www.cdc.gov/cmv/prevention.html